monthlymusic.it

Nnamdi Ogbonnaya – DROOL

Data di Uscita: 3/03/2017

0009742598_10

      I got music in my arsenal!

      Ci sono ancora persone che superata una certe età guardano i cartoni animati, e ne parlano appena possono con chiunque gli capiti a tiro. Spiegano la genesi dei personaggi, la vita segreta del regista e dei produttori, l’esatto momento in cui l’idea della puntata in questione ha preso vita, quando i soggetti sono passati dal bianco e nero ai colori, e in che giorno esatto è arrivata la svolta decisiva della trentaduesima stagione.
      La conversazione diventa sempre più imbarazzante quando dall’altra parte si inizia l’imitazione dei vari protagonisti, le voci cambiano di tono e la comunicazione prende una piega surreale.  Non ci resta che salutare e allungare il passo più velocemente possibile, con la speranza di non rivedersi mai più.

      This man is a musical weirdo genius!

      Fondamentalmente se la tua origine è Chicago ci sono buone possibilità che tu sia bravo a suonare ogni strumento possibile e immaginabile, un determinismo geografico che in qualche modo riporta ad un fenomeno del passato dove in quelle terre è stato distribuito un talento smisurato. Puoi perdere tranquillamente il tuo tempo nel deep web, provando a comprare droga e a vendere suoni che nessuno vuole ascoltare con attenzione, ché l’attenzione è merce rara, eppure qualcuno si accorgerà di te. Le nicchie si espandono, conquistano spazio vitale, anche se la nostra mente pensa ad un suono globalmente riconosciuto. Nello stesso modo in cui crediamo ai cartoni animati come strumenti totalitari per comprendere il mondo.

      Hot damn the rhythm and synths on these tracks are out of this world!

      L’erba, e le risate indotte con il tempo che scorre velocissimo, ore su ore incollati allo schermo per rivedere delle ricercatissime serie di cartoni animati, spulciati con una cura al limite della paranoia. La scelta abbonda, è complesso trovare qualcosa di sinceramente convincente, e allora lo scavare diventa faticoso, ma i tesori scovati ribaltano la sensazione di spossatezza in purissima euforia, tra pezzi di pizza freddi, patatine e barrette di cioccolato quasi scadute.

      Easily the best new album I’ve heard all year.

      Mai compiere l’errore di richiudersi su se stessi, mai credere che non serva a nulla parlare di cartoni animati con qualsiasi persona, trovata per strada, seduta accanto a noi sul bus, intenta a leggere il giornale in un bar o a fuggire dopo aver ascoltato la prima imitazione. Aprire la conversazione con la voce trasfigurata della scena vista ieri notte, quando tra le risate generali ci si chiedeva che tipo di acidi ha utilizzato il regista, è l’unica soluzione per salvare il mondo dalla guerra. Convincersi che ci sia spazio per noi è decisivo.

      Nnamdi can fuck my bitch anytime

 

Alessandro Ferri

Comments are closed.