monthlymusic.it

Eluvium – False Readings On

Data di Uscita: 02/09/2016

Eluvium - False Readings On

Parlate mai con voi stessi?

Cioè non con la vostra anima o cose del genere, ma intendo con quell’altra voce che è dentro di voi, quella che sentite quando siete davanti lo specchio o mentre fate la doccia e non cantate, che si palesa quando ascoltate la musica senza sentirla per davvero o quando fuori nevica e state alla finestra.

Credo che con il passare degli anni quella parte di noi abbia sempre meno voce in capitolo, che bussi sempre più piano oppure le si presti semplicemente meno attenzione. Io ho un modo di farla emergere, è una sorta di rito, che funziona sempre. Sempre.

Ognuno ha il suo modo, non è vero? Oppure fate parte di quella categoria di essere umani che non la sentono o, ancora peggio, che la ignorano da sempre. Non saprei dirvi se siete ancora in tempo per accoglierla, ma vi consiglierei di fare un tentativo.

Quello che faccio io è attendere, oppure utilizzare quel modo solo mio: lavarmi i capelli e subito dopo acconciarli al meglio, secondo il mio gusto; mentre sono lì concentrato sui miei riccioli rossi ecco comparire l’altro me, l’unica voce che mi dice sempre e solo la verità.

Sono un musicista e dicono che faccio dischi per metà elettronici e per metà orchestrali. In realtà un po’ sono farina del mio sacco e un po’ c’è lo zampino di quella voce. Faccio convergere queste due realtà, lo scontro è aspro e dolce, c’è conflitto ma anche amore.

Ma questo è quello che facevo fino a ieri. L’ultimo disco, invece, è unico. E’ tutto frutto di quell’altra voce, io mi sono limitato a trascrivere le sue idee, i suoi scherzi, le sue paure. Non so come verrà giudicato dalla critica, non me n’è mai importato nulla, eppure questa volta mi interessa.

Perché questa volta mi interessa? Non tutto si comprende appieno, ma è bello così, va bene così. Credo che uscirò per comprare qualche rivista musicale, come se fossero gli anni 2000, come quando uscì il mio primo disco e versai lacrime di gioia sulle pagine di Billboard.

Maurizio Narciso

Comments are closed.