monthlymusic.it

Walker Family Singers – Panola County Spirit

Data di Uscita: 04/03/2016

Walker Family Singers - Panola County Spirit

I am I’m a living testimony, I could’ve been
Dead and gone but Lord you let me live on
I am a living testimony and I thank the Lord I’m
Still alive

Forse è l’ultimo modo per tramandarsi la parola senza scriverla, una parola che è come se fosse incisa sulla pietra, cantata con l’armonia di voci basse, profonde e sofferte, mischiate con altre voci alte, in un vortice che sale alto in cielo e si estingue in una fede millenaria.
Noi abbiamo rinunciato alla nostra storia, ai nostri credi, forse facendo bene – chi può saperlo? –, ma abbiamo perso quella voce, non conosciamo più la parola.
I Walker cantano ancora come facevano i loro antenati afroamericani, e probabilmente come facevano antenati ancora più vecchi, in un’altra lingua e con credi diversi nel più antico continente di questo nostro mondo umano.
Ma le parole sono abbastanza futili per descrivere quello che è un vero senso del sacro che inaura questi canti rendendoli diversi da qualunque altro tipo di canzone. I Walker cantano a cappella parole antiche e storie millenarie, con voci che non hanno nulla a che fare con quelle affettate e vuote della musica non solo commerciale ma anche di quella che spesso vorrebbe essere colta e piena di significato. Qui significato e significante ascendono verso una dimensione sacra che ne impregna l’essenza, che nasce dalla disperazione di secoli.
Le linee armoniche si affiancano e si intrecciano, con timbri molto diversi ma simili nella loro essenza religiosa e storica, dando l’impressione di essere di fronte a qualcosa di differente, appartenente a un tempo lontano, a un corpo e un’anima altrettanto lontani.
L’anima incatenata si libera con la morte del suo Salvatore e canta e canta e canta per secoli, ogni volta che è di nuovo incatenata e tutte le volte che viene di nuovo liberata. È una preghiera continua, un ringraziamento eterno, di cui l’uomo appagato e cinico si dimentica, ma non lo fa chi ha sempre cantato e canterà ancora.

Marco Di Memmo

Comments are closed.