monthlymusic.it

Shigeto – No Better Time Than Now

Data di Uscita: 20/08/2013

Un breve ascolto, durante la lettura


Traslochi improvvisati

Ultimo Movimento: La mia immagine riflessa è multiforme, divertita, ora avvilita, sfuma nel verde oppure è nera quando il treno entra in una galleria e dal vetro nel quale mi specchio scivolano via le gocce di pioggia. Cambio città senza un valido motivo apparente; avevo un lavoro a tempo determinato che serviva a pagarmi l’affitto in una casetta sgangherata con un letto ad una piazza e mezza ed un frigorifero. Ho una minuscola borsa al seguito dove tengo le cose davvero importanti per me, tra le quali la mia foto preferita di lei, sorriso primaverile verso il sole accecante e quel misterioso bigliettino che dice solamente “Ho bisogno di un trasloco dell’anima, tu non c’entri nulla, riguarda il mio essere, addio amore mio”.

Falso Movimento: Sento improvvisamente freddo tra queste lenzuola, cerco di tirare a me il copriletto, che si sposta con una facilità insperata. Arriva il tepore eppure rimane una certa inquietudine… rimugino tra la veglia ed il sogno, le lancette dell’orologio avanzano ma non riesco a capire a quale velocità. D’improvviso, come una doccia fredda realizzo tutto, tendo il braccio verso di lei senza trovarla, sarà in bagno, eppure non sento alcun rumore in casa. Non apro gli occhi per paura di scoprire un’amara verità. Con la punta di un dito sento come la consistenza della carta, un foglietto mezzo stropicciato sul suo cuscino, un ultimo messaggio tra l’incomprensibile e lo sconcertante!

Primo Movimento: C’è un tempo in cui bisogna camminare con le proprie gambe, confrontarsi con i propri limiti, senza alcun condizionamento esterno. Ti guardo mentre dormi e lacrime di dolore solcano il mio viso. Recupero il biglietto appallottolato che ho nei jeans e lo lascio sul cuscino. Non appena mi volto per rivestirmi ho le vertigini, come se stessi saltando da un treno in corsa. Solo la convinzione di poterti prima o poi riabbracciare mi da la forza di dirigermi verso la porta di casa. Prima di varcare la soglia mi approprio di un tuo cd, “No Better Time Than Now” dice la copertina, mi sarà d’aiuto per affrontare questo mio trasloco dell’anima.

Maurizio Narciso

Comments are closed.