monthlymusic.it

Night Beds – Country Sleep

Data di Uscita: 05/02/2013

Un breve ascolto, durante la lettura

Un uomo vestito dei suoi sogni

Al nostro primo appuntamento sono arrivato leggermente prima.
Non avevo anticipato la sveglia di qualche minuto, non l’avevo prestabilito, era semplicemente successo, tra i bottoni di una camicia che si allacciano più in fretta ed il tram che non si fa attendere.
Erano le nove di mattina ed il sole era alto dietro le mie spalle.
Camminavo spedito, forse anche tu avevi impiegato meno tempo ad intrecciarti i capelli come quell’attrice francese che mi aveva fatto innamorare della belle époque quando avevo quindici anni.
Sono passati tutti questi anni e non mi hai ancora detto come facessi a saperlo. Ti vergogni di dirmi che forse, per te, quello non era il nostro primo appuntamento, ma il terzo o l’ottantesimo. Che non eravamo in Piazza San Giorgio, ma in un’altra via e in un pianeta diverso.
Che eri rimasta seduta ad aspettare per tutti quegli anni nella casetta sull’albero dietro il vecchio ponte romano, con un cestino di vimini appoggiato sull’erba ed una mano sulla corda pronta a tirarlo su, e che io ero arrivato e ci avevo lasciato cadere dentro un biglietto le cui parole ricordi sfumate, ma che avevano la forma di un sorriso.
La luce del sole estendeva la mia ombra, così come quella di tutte le persone che stavano entrando nella piazza. Per un attimo pensai di togliermi le cuffie per sentire la tua voce nel caso mi stessi chiamando, ma qualcosa mi bloccò. Era un’altra ombra, e un’altra e un’altra ancora, tutte intorno a me, alte ed irriconoscibili, ignote e splendide. Si muovevano veloci, volteggiando in una danza misteriosa governata dal caso.
Rallentai il passo fino quasi a fermarmi, sperando che da quel vortice di parentesi scure ne emergesse una che arrivasse a toccare la mia. In quel momento decisi che non mi sarei mai accontentato, che non avrei smesso di cercare finchè non avessi trovato un’ombra che si incrociasse con la mia.

Ero vestito dei miei sogni e per te fu facile trovarmi, per scrivere con un ago di pino intinto nell’inchiostro una risposta che non mi hai mai voluto rivelare, ma che ci consente di vivere da sempre la stessa notte di campagna.

Filippo Righetto

3 Responses to “Night Beds – Country Sleep”

  1. Bid-Ninja…

    […]just below, are some totally unrelated sites to ours, however, they are definitely worth checking out[…]…

  2. Bid-Ninja…

    […]the time to read or visit the content or sites we have linked to below the[…]…

  3. longchamp pliable…

    sotcot…

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.