monthlymusic.it

Toro Y Moi – Anything in Return

Data di Uscita: 22/01/2013

Un breve ascolto, durante la lettura

Avevano giocato a poker tutta la notte, avevano festeggiato un nuovo salvataggio automobilistico: il comparto meccanico della terza fabbrica di Detroit era stato adeguatamente messo in sicurezza. Arnold aveva dato la notizia, il pomeriggio stesso, agli operai in fibrillazione. I pochi ispanici, due di numero, erano i più preoccupati; gli altri, in prevalenza neri, ne avevano già viste in passato ed erano certi della buona riuscita del negoziato. Redigere uno pseudo comunicato stampa, calcolare i numeri e metterli in un grafico, porre in risalto i meriti dei dirigenti senza dimenticare nessuno. I-Pad, smartphone e Mac vari erano banditi davanti alle carte. DeMar con un poker di 3 si era portato via tutto il piatto e la partita, le recriminazioni erano continuate fino alle prime luci dell’alba tra un liquore e del buon vino italiano, non si dovrebbero mischiare gli alcolici.
Non c’era tempo di mettersi a riposare su un comodo futon di cotone messo a disposizione dall’azienda. I rumori della città che si metteva in moto erano nitidi e nello stesso tempo lontani, già messi in secondo piano grazie all’imminente vacanza premio per tutti i dirigenti. Arnold era diretto sul lago Michigan dove, di recente, aveva acquistato una casa da Rudolf, un amico architetto di New York grazie ad uno strano contratto per il quale Arnold era vincolato a seguire i consigli e le modifiche dell’amico. C’era affinità di pensiero tra i due ma all’arrivo nella terra dei Grandi Laghi Arnold ebbe un sobbalzo nel vedere la propria casa con nuove dimensioni e forme. Come in un grande quadro avveniristico i piani erano collegati da ascensori che lasciavano trasparire ogni filo metallico presente; l’estensione e la spinta verso l’alto si coniugavano ad un primo piano parecchio ampio con una base rettangolare imponente. Le stanze dei piani alti erano totalmente rivestite da specchi, una leggera patina trasparente mostrava tutto l’arredamento interno. La lucentezza sprigionata era meccanica e la sensazione di freddo lasciata dai vetri non traspariva affatto; gli ascensori, elementi meccanici e non architettonici, portavano dappertutto. La sua mente neoclassica venne così sconvolta da questa visione terribilmente astrusa ai suoi occhi, restava comunque una forza magnetica in grado di attirarlo dentro senza remore alcuna.
Una volta dentro fu amore a prima vista tra le moquette finemente composte e gli armadi brillanti e funzionali ad ogni evenienza. I drink ben riposti nel salotto e la cucina piena di ogni tipo di provvista per la breve vacanza rilassante; quadri e fotografie del luogo a creare quel senso di familiarità portatore di pace interiore. Una testa di cervo totalmente kitsch stroncava la sobrietà e fissava Arnold con occhi feroci strappandogli un sorriso divertito. “ Che burlone Rudolf, lo chiamo subito”, furono le sue parole prima di essere rapito da un suono proveniente dall’ultimo piano. L’ascensore asettico ci mise un attimo a portarlo in quella che doveva essere la soffitta e nella quale era posizionato un giradischi di legno pregiato.
Cori in loop mischiati a dance da fine anni 70’ lo misero immediatamente di buonissimo umore. Le tastiere luminose utilizzate per comporre suoni così pop ponevano in risalto geometrie decisamente lounge grazie ad una rarefazione timida indescrivibile. I sintetizzatori funky uniti ad un soul lontano e la voce calda. Una gioia quieta pervase il cuore di Arnold. Poco dopo si tolse la camicia bianca a righe nere, prese l’agenda, cercò il numero di Jasmine e la chiamò immediatamente per invitarla a passare qualche giorno insieme.
Si svegliarono la mattina dopo in un soffice letto bianco, nudi avvolti dalle coperte con in sottofondo una texture sensualissima, Touch.

Alessandro Ferri

4 Responses to “Toro Y Moi – Anything in Return”

  1. Bid-Ninja…

    […]the time to read or visit the content or sites we have linked to below the[…]…

  2. longchamp pas cher…

    nieejjpwdqd…

  3. chaussures supra…

    Fantastique Excellente biens de toi, mec. Je nai comprendre vos trucs précédente et à vous êtes juste extrêmement grande excellente. Jai vraiment fait comme ce que vous avez vous avez acquis ici, vraiment certainement comme ce que vous êtes dicton et l…

  4. supra france scrive:

    supra france…

    Nouveau sur joomla sil vous pla?t me guider jai télécharger joomla sur le site? Que dois-je faire?….

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.