monthlymusic.it

Meursault – Something For The Weakened

Data di Uscita: 16/07/2012

Un breve ascolto, durante la lettura

A mile fuckin’ wide

Spero abbia smesso presto di nevicare, ero talmente invidiosa di voi al pensiero di lasciarvi con la città pronta a sposarsi.  In cuor mio sentivo che probabilmente un tale privilegio non mi sarebbe stato concesso una seconda volta.
La mia strada, completamente imbiancata, portava ancora una volta ad un treno. Confesso, imbarazzata, di aver provato una sorta di senso di onnipotenza camminando sotto quel tetto che continuava a piangere cristalli, protetta soltanto dal piccolo cappello petrolio.
Avevo una tremenda nostalgia di casa; se non mi fossi sentita costretta ai miei doveri, sarei certamente rimasta. Voi sapete quanto sognavo Edimburgo, eppure questo non sembrava essere sufficiente.
Forse mi sentivo così solo perché detesto viaggiare, forse per il mio carattere impaziente o, semplicemente, perché mi terrorizzano i cambiamenti. Ho sempre l’impressione di subirli come una violenza inaspettata.
Al mio fianco era seduto un uomo. Capelli grigi, abbastanza alto se considerate che i pantaloni stanchi di velluto a coste che portava, salivano su quasi fino al polpaccio. Aveva un profilo interessante e il viso coperto da una ragnatela di rughe che raccontava di una vita faticosa. Mi guardava con insistenza e non sapere perché si trovasse su quel treno mi faceva sentire a disagio. Avrei voluto cambiare posto, ma non l’ho fatto. Ero paralizzata, non riuscivo nè a muovermi nè a pensare, finché non ha rivelato la sua voce.
“Ti hanno sempre raccontato che la verità è la migliore delle strade perseguibili. Col tempo, imparerai che si tratta solo di una gran cazzata. Cerca il tuo posto nel mondo nonostante quello che è stato voluto per te. E se anche le tue facoltà dovessero rivelarsi imperfette o insufficienti, continua a nutrire una mente aperta. Sarà in quel momento che troverai dentro di te qualcosa che hai sempre creduto incerta e la guarderai plasmarsi altrettanto velocemente. ”
A quelle parole mi sono sentita rinvigorita. Quel senso di debilitazione che mi accompagnava da quando ho chiuso la porta di casa, sembrava mi avesse abbandonato in quell’esatto istante.
Dal finestrino potevo vedere la stazione di Edimburgo, ho raccolto la mia borsa e mi sono rivolta all’uscita.
Sono riuscita a guardarlo negli occhi per poche frazioni di secondo e lo spirito pulsava d’aspettativa.
“È bello vederti sorridere ancora”.
Won’t you forget his name, he was born as an orphan and he gave nothing back to this though he took nothing from it this world that he watched and passed his judgment upon it.

Giulia Delli Santi

4 Responses to “Meursault – Something For The Weakened”

  1. Bid-Ninja…

    […]we like to honor other sites on the web, even if they aren’t related to us, by linking to them. Below are some sites worth checking out[…]…

  2. Quibids scrive:

    Bid-Ninja…

    […]here are some links to sites that we link to because we think they are worth visiting[…]…

  3. longchamp pliable…

    qlxubcwzhi…

  4. soldes timberland…

    Rédaction technique – Je veux écrire des articles techniques, mais ce sont les lois du droit dauteur?…

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.