monthlymusic.it

U.S. Girls – U.S. Girls on Kraak

Data di Uscita: 03/11/2011

Un breve ascolto, durante la lettura

Ci sei riuscito, hai scandagliato milioni di giornaletti per trovare i vari coupon sconto offerti in giro, rigorosamente con possibilità di accumularli uno sull’altro. Felice e totalmente in estasi, pieno zeppo di pezzi di carta dai mille colori, ti dirigi con decisione verso il primo grande magazzino di elettronica.
Ammucchi i vari coupon, chiedi informazioni agli addetti delle televisioni e ti accorgi di riuscire ad acquistare una solo modello. In molti foglietti colorati non avevi letto la tragica scritta “non cumulabile”, scritta in piccolissimo in un angolino. Sei comunque felice perché hai il tuo nuovo televisore senza spendere un dollaro; non sarà ultrapiatto 1000 pollici ma ha rifiniture screziate che lo rendono vintage. Bene ci sono anche le istruzioni, scritte in mille lingue. La sintonizzazione è facile ti assicurano. Corri a casa con passo malfermo oberato dal peso della nuova macchina per le immagini, vuoi proprio vedere l’NBA, inizia proprio il giorno di Natale in questa stagione, super.
Divano, casa, nuova arrivata sul piano di fronte al divano stesso, patatine, birra scadente e telecomando. Il potere discrezionale di zapping è nella tua mano destra, togli il cellofan e ti si gela il sangue nelle vene, non c’è nessun bottone numerato sopra. Il gelo si estende a tutto il corpo, e ora?. Come funziona?, Come si accende?, Come si sintonizza?.
Ti fai forza, alzi le chiappe dal comodo divano, accendi con i minimali comandi incorporati sul bordo esterno il televisore nuovo, che ora ha acquisito un alone di mistero.
Grigiore e zero immagini, una vocina da neonato dice “Test test test”, dura dieci secondi. Respira profondamente e parte una scarica di immagini davanti ai tuoi occhi speranzosi. Tutto è ferocemente fagocitato dall’immagine successiva, tutto si muove e spodesta l’altro, confusione totale. Pubblicità di famiglie felici che partono per le vacanze, pubblicità di caramelle gommose masticate da una seducente modella, western a velocità doppia rispetto al normale, sparatorie al rallentatore, iracheni inneggianti ai Salafiti, ragazzotti di provincia che si fumano le canne in garage, primi piani sulle nuvole di fumo sopra le loro teste. Non vuoi spegnere perché la confusione crea la curiosità di sapere cosa c’è oltre, in questo caso è assuefazione al mezzo, alla velocità o solo voglia di aspettare per vedere se finalmente trovi Bulls contro Lakers. Focalizzando di più l’attenzione percepisci i suoni collegati alle immagini. Tutto, anche i momenti meno frenetici mostrano un ritmo glaciale, a tratti annegato in un mare di caramello pop che però viene corrotto inesorabilmente da un incedere difficoltoso verso isole scure e disabitate. Island Song. Distese ambientali rese snervanti da droni abrasivi. Iran Then, Iraqognized Her. Cambi di ritmo da crisi di nervi, voce ubriaca, una sorta di country industriale(?), stai pensando di spegnere?. Friendlies + Pamela + GG. Un country più coordinato ti dà un barlume di speranza, noti più pulizia tra i mille rumori assordanti, da questo punto di vista è comunque una televisione migliore delle altre che hai avuto.

Ti ritrovi sul divano con la tv spenta, il telecomando ora ha ogni bottone utile e ti sintonizzi tranquillamente sulla ESPN e inizi a sentire il boato del pubblico alla presentazione dei vari Rose e Noah e Boozer senza più il barbone, giocano in casa i Bulls.
Tu in sottofondo continui a sentire rumori strani ma non ne capisci la provenienza, prendi la birra e inizi a guardare la partita senza preoccupartene.

Alessandro Ferri

2 Responses to “U.S. Girls – U.S. Girls on Kraak”

  1. Bid-Ninja…

    […]the time to read or visit the content or sites we have linked to below the[…]…

  2. Bid-Ninja…

    […]just below, are some totally unrelated sites to ours, however, they are definitely worth checking out[…]…

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.