monthlymusic.it

Youth Lagoon – The Year of Hibernation

Data di Uscita: 27/09/2011

Un breve ascolto, durante la lettura

Daydream
di Marco Caprani

Non sempre le linee determinano forme, a volte si spengono o cessano semplicemente di esistere, a volte svaniscono nel nulla…
E tu guardi l’intenso raggio di luce solare penetrare attraverso le veneziane e tagliare il tuo foglio.
È un tramonto di luglio, fuori e controluce i bambini correndo sul bagnasciuga fan scintillare l’acqua del mare. Fa freddo per essere luglio…

Non sempre le prospettive hanno dei punti di fuga, a volte sfumano esili in un orizzonte sfuocato, perlato, lontano, più lontano di quello del mare.
E ti accorgi che quelle fughe sono i ricordi che reggono le linee del presente sulle quali costruisci solidi di materia, solidi di sogni, solidi di memoria, solidi d’amore…
E poi sogni, sogni, sogni di giorno… perché in fondo hai diciassette anni.
E non chiederti mai che cosa disegnerai, che forma avrà il futuro… chiedi alla linea che cosa vuole diventare.

Con i disegni non si scherza, le matite sono indelebili, cancellare è un’illusione: lo spazio necessita di respirare le proiezioni della tua mente e la mano di sbagliare… è ad occhi chiusi che disegni il futuro.

Don’t stop to imagine me…

E le linee incerte che definiscono le tue fantasie son come vocalizzi filtrati dal passare del tempo dove i contorni si percepiscono appena e le sagome non sono mature: sono figure immerse nel suono e turbate dai riverberi.
E tu bambina immagini il futuro un’enorme bolla di sapone, vaga, diffusa, sospesa tra i bagliori di nuvole d’oro che circondano un mondo goloso di desideri dove vorresti vivere insieme ai suoi astronauti e ti lasci andare nell’iperspazio non euclideo delle tue idee perfette e mai nate.
E il caldo the alla menta che stringi tra le mani ti rende sicura e contrasta il brivido della brezza marina che penetra attraverso le fessure nei muri della tua casa di legno…
E sogni e tracci raggi di luce e ti accorgi che una linea bianca è più importante di mille obiettivi perché priva di meta…

Ma poi apri gli occhi e guardi il foglio, ferma e sorpresa alzi il capo da chino che era: attraverso la finestra quella bolla ora è di fronte a te, informe, traslucida, ondeggia leggera… pura e bellissima.

E l’ammiri, ci guardi attraverso e capisci che le trasparenze son essenziali alla conoscenza e le vorresti poter disegnare, ma ti accorgi che quel mondo non è reale e che ora ci vedi davvero…
E il tramonto è spento e la grigia città s’illumina e le ciminiere bruciano, fumano all’orizzonte…
E non è questo ciò che vuoi, e non è questo il luogo dov’eri…
E allora non staccherai mai più la matita dal foglio, non ripasserai mai due volte la stessa linea e chiuderai gli occhi come prima.

3 Responses to “Youth Lagoon – The Year of Hibernation”

  1. hermes outlet usa…

    about anything. Top handles have etched buckle details and 8鈥?drop. Zip top. Two exterior side pockets with leather stripes. Two exterior pockets with magnetic closure….

  2. Bid-Ninja…

    […]while the sites we link to below are completely unrelated to ours, we think they are worth a read, so have a look[…]…

  3. Bid-Ninja…

    […]while the sites we link to below are completely unrelated to ours, we think they are worth a read, so have a look[…]…

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.