monthlymusic.it

Alexander Schubert – Plays Sinebag

Data di Uscita: 15/03/2011

Un breve ascolto, durante la lettura

Come un artigiano, di una piccola città.
di Filippo Righetto

Riunisco le idee.
Ascolto i suoni interni ed esterni.
Compongo le mie opere.
Ieri pomeriggio ho realizzato una collana con delle lettere.
Sono andato in quel nuovo centro commerciale che hanno aperto di fianco al velodromo, il Lincoln Mall, ho comprato della legna da ardere, della vernice colorata, un coltello seghettato e una limetta.
Ora ho una collana colorata con su scritto EFNERI.
E’ qualcosa che per gli altri non ha senso, perché è una parola che non esiste.
Susanna, l’unica persona che ha il permesso di vedere, si stupisce, ogni volta.
“Quello che per me, per te, è privo di senso logico, potrebbe essere compreso da altri, più intelligenti o più stupidi. Potrebbe essere fonte d’ispirazione per realizzare qualcosa di grandioso, perché le idee geniali sono sempre stimolate dalla fantasia, anche se ti fa incontrare oggetti che non esistono. Lo sapevi che al Santa Fe Institute una persona ha appena sviluppato un modello che riassume le dinamiche alimentari dei vampiri? I vampiri esistono? Ovviamente no! Pensa ad uno scenario diverso, in cui tra un migliaio di anni venga sviluppato un virus in grado di mutare le nostre abitudini nutrizionali, così da renderci molto simili a quegli esseri fantastici. Il mondo allora sarebbe salvo, grazie ad uno studio non richiesto effettuato in un periodo lontano.”
Non lo faccio per realizzazione personale, ma per aiutare gli altri.
Come un artigiano, di una piccola città.

Come un artigiano, di una piccola città.

di Filippo Righetto

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.