monthlymusic.it

Amiina – Puzzle

Data di Uscita: 03/10/2010

Un breve ascolto, durante la lettura

Le rondini segnavano i loro cerchi bizzarri tra le spighe di grano tenero, alla ricerca di insetti vari da mangiare. Le nuvole erano dirette a nord, sarebbero arrivate forse fino ad Amburgo, ignare di tutto.

Ci si rincorreva ridendo, qualcuno correva con una corona di felce in testa. Si sentirono i violini: lungo il fiume suonavano musica zigana. Era tutto così impersonale, sembrava che tutti quanti avessero deposto se stessi e vedessero le cose per quello che erano. Il Sole esprimeva con la sua millenaria meravigliosa elementarità la sua luce, che era come un umore che bagnava ognuno di gioia.

Zuppa di grano con pezzi di formaggio. E la musica faceva muovere gli alberi che sorridevano.

Andare oltre.

“Bisogna essere come l’albero, che è sempre in preghiera” diceva un poeta.

Scena ripetuta, contemplazione in movimento, Mistica quotidiana ciclica, grano seminato in ogni parte fertile della Terra, e raccolto; rondini che migrano e ritornano a volte nell’identico punto da dove erano partite. Osservare la preghiera dell’albero, il canto delle cascate e il lavoro del vento. Essere grati.

Faremo risuonare le nostre chitarre: la musica è la più grande elaborazione dell’essere umano.

Marco di Memmo

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.