monthlymusic.it

Gifts From Enola – Gifts From Enola

Data di Uscita: 13/07/2010

Correva nel bosco. Fiato non ne
aveva, non poteva finirlo. Gridava. Il sudore si mescolava alle lacrime
nate sgorgate senza direzione dagli occhi nella pelle, dai pori nel
volto. Correva. Nebbia si alzava dai tronchi fradici, dai muschi
impregnati, dal sottobosco marcito in palude, dalla zona, dai peli del
corpo che erano cresciuti, nella corsa. Correva. Solitario scappava
verso qualcuno che non sapeva, entrando nel fitto, spezzando rami,
molli, fuggiva a sé, senza peli, senza fiato, senza lacrime, senza
sudore, senza gambe, senza voce, fra gli alberi. Correva.
Un fruscio, a
sinistra. Spaventoso.
Nascondersi nel dentro, correre più dentro,
rompere più rami, molli. Correva.
Un colpo, forte, al volto, sul muso.
Rimbalzo. Caduta. Occhi aperti. A guardare, nel terrore.
Due braccia,
ferme, uguali, lo tengono, lui tiene, uguali e ferme, due braccia.

Rotolano, cadono, graffiano, mordono, corrono, strisciano, stringono.

Dormono. Abbracciati. Due uguali. Senza voce, urlando.
Nel cielo senza
nuvole, quel mattino, il sole salì alto, caldo e calmo.
Quiete
immobile sui corpi abbandonati.
Estasi infante sui volti asciutti.

Carlo Zambotti

Comments are closed.