monthlymusic.it

Best Coast – Crazy For You

Data di Uscita: 27/07/2010

Un breve ascolto, durante la lettura

When I’m with you!
di Alessandro Ferri

L’asfalto era quasi liquefatto e i ricchi davano un piccolo pranzo ai senzatetto neri per tenere un po’ bagnata la loro strada con la pompa dell’acqua.
Ti eri raccolta i lunghissimi capelli in due trecce perché non volevi tagliarli assolutamente, che è facile tagliarli solo perché c’è caldo dicevi, i capelli biondi che nell’incontro con i raggi solari bruciavano tutto intorno. E sembravi molto più giovane così, e con quegli shorts di jeans tutti ti guardavano le gambe per strada.
Mi permettevi di avvicinarmi solo a volte, solo a volte potevo stringerti e quando capitava non si finiva più di giocare…
Sui divani mai troppo comodi a guardare i telefilm californiani, quelli con i detective e i loro aiutanti spesso stupidi ma muscolosi, e le strade affollate di bella gente, come te.

Trasferiti da poco non si capiva che la California era davvero fuori da casa, la si osservava ancora per tv. Tu ti mimetizzavi però benissimo, e mi insegnavi come farlo, addirittura quasi abbronzatura completa.

In modalità estate si scendeva per le strade con la decapottabile acquistata dall’ex inquilino, il dominicano fuggito chissà perché, che ci prenderà la polizia e ci metterà dentro perché abbiamo la sua macchina, ma non cambiano la targa per curiosità.
Quando tutti ti guardano per strada noti il mio leggero fastidio e mi metti il braccio attorno al collo e la sera andiamo a sentire le band locali.

E stanca della costa, per un giorno hai voluto provare il deserto perché era rock’n’roll dicevi, di notte nel deserto così non si muore dal caldo. Nel deserto di notte con le gomme bucate, senza una luce e con una bottiglia d’acqua bollente. Lacrime di coccodrillo le tue, stringerti tra le braccia per consolarti e dirti che è stato molto rock’n’roll e che qui non ci sono i predoni e non siamo in Africa.

Crazy for you.

Comments are closed.