monthlymusic.it

Fredrik – Trilogi

Data di Uscita: 10/11/2009

Riconciliazione
di Marco Masoli

Un fruscio in lontananza. Rami e foglie, ancora madidi di pioggia per il diluvio tardo pomeridiano, sembrano obbedire ad un ordine superiore prestandosi, senza opporre particolare resistenza, ad essere percossi e calpestati. Due piedi scalzi procedono rapidi tra le fronde, talvolta accennando una corsa, talvolta arrestandosi quasi di colpo. I graffi e le ferite sono i diretti testimoni dei chilometri percorsi. Hai oramai imparato a rifuggere il dolore e a non badare alla fatica, lo chiamano istinto di sopravvivenza. Sono due giorni che corri a perdifiato per i boschi e non sono ancora riusciti a catturarti, per restituirti a forza da dove eri partito. Avevi giurato sulla tua stessa vita che là dentro non saresti più tornato. Non sei pazzo come ti hanno sempre voluto far credere. Ma ora li senti vicini, senti il loro fiato sul collo e sai bene che non c’è ancora molta strada che puoi affrontare al riparo delle braccia dolci e protettive degli alberi circostanti. Ancora un paio di chilometri e l’immensa e placida distesa del lago Vänern riempirà quasi completamente l’orizzonte. Non è la prima volta che ti ritrovi a raggiungere di corsa le sue rive e, fortunatamente, eri sempre riuscito a seminarli in tempo. Questa volta però non si staccano, senti i loro passi che ti rincorrono, non ti danno tregua, non puoi fermarti. Imprechi contro te stesso e contro il tuo corpo, incapace di produrre lo sforzo necessario per frapporre una distanza considerevole fra te e loro. Rimane poco tempo per prendere una decisione. L’avevi giurato sulla tua stessa vita. E’ il momento di affrontare le acque, se vuoi tentare di seminarli. Là dove i pochi rami rimasti spezzano la luna in aggraziati fasci di luce, che si specchiano vanesi sulla sua superficie. Non perdi tempo e ti getti nel lago, sostituendo le braccia alle gambe per continuare la tua corsa. L’acqua è gelida e percepisci immediatamente una sensazione di intorpidimento, che non ti impedisce tuttavia di proseguire ad ampie bracciate. Li senti, ti stanno tallonando, non ti vogliono lasciare in pace. Sei ormai lontano dalla riva ed intorno a te non vedi altro che l’acqua ed il lieve moto ondoso provocato dai tuoi movimenti a passo di marcia. L’intorpidimento si è, nel frattempo, trasformato in dolore. Hai il primo cedimento, ti rendi conto che probabilmente non ce la puoi fare. Preso dall’agitazione, decidi di aumentare la velocità e l’ampiezza dei movimenti, ben sapendo che tutto ciò potrà solo peggiorare, a breve, la tua condizione. Ma non vuoi mollare. Non vorresti mollare. Piangi e le salate secrezioni dei tuoi occhi verdi vanno ad intaccare l’immutabile purezza delle acque dolci di Vänern. Non decidi di fermarti, ma è il tuo corpo che cessa di funzionare. Giri la testa di scatto sapendoti ormai braccato, ma anche nella direzione inversa vedi solo acqua. Nessuna traccia dei maledetti inseguitori. Niente di niente. Rivolgi il volto alla luna, che ti restituisce uno sguardo compassionevole. Gli inseguitori erano ancora una volta banali ritratti della tua mente. Ora è troppo tardi per rimediare, ma le tue labbra leggermente increspate ad abbozzare un sorriso, costituiscono la prova evidente di una serenità finalmente raggiunta. Quella che avevi provato ad inseguire per tutta la tua vita.

2 Responses to “Fredrik – Trilogi”

  1. Bid-Ninja…

    […]the time to read or visit the content or sites we have linked to below the[…]…

  2. Bid-Ninja…

    […]just below, are some totally unrelated sites to ours, however, they are definitely worth checking out[…]…